Maddalena e le apocalissi, Luigi Bernardi

Luigi Bernardi

Maddalena e le apocalissi

Senzapatria editore

pp. 120 € 10,00

Con questo agile libricino (121 pagine che scivolano via leggere e dense come una crema di funghi in una sera invernale) edito da Senzapatria, Bernardi offre al lettore tre storie.

I tre racconti sono accomunati soprattutto da tre elementi: un uomo, la sua donna e un mondo distrutto o sul punto di esserlo.

In Solo il mare il protagonista vive una situazione di pericolo: attorno a lui tutto cade, c’è una guerra e l’unico desiderio che gli rimane è fuggire con la sua donna, Maddalena. Ci riuscirà?

Il gioco di M. ci presenta un uomo cinico e il suo rapporto con M. l’unica che lo comprende e che riesce a sorprenderlo in molti modi. Fine alla fine…

Anche Fuoco sui miei passi ci presenta uno scenario di guerra, anzi, qui siamo in un ipotetico mondo post bellico in cui i pompieri appiccano fuochi invece di spegnerli (cosa ci ricorda? 😉 ).

In un crescendo di orrore e desolazione l’autore lascia andare le briglie dell’immaginazione condendola con scenari non troppo surreali. Questo crescendo si nota anche nei protagonisti: si parte da una storia in cui l’uomo e la donna sembrano avere sentimenti e desideri normali in una situazione di pericolo, poi si passa a una coppia cinica, atta a soddisfare desideri perversi e distruttivi, fino ad arrivare agli ultimi due, che agiranno in un ambito ancor più vasto.

Se nella prima storia la fuga è un bisogno di salvezza personale, nella seconda sembra essere legata al desiderio di tirarsi fuori dall’abitudine, dal banale, dalla noia, ricercando sensazioni forti fino ad arrivare all’ultimo racconto, in cui entrambi i tipi di “fuga” sembrano inverati dai personaggi.

La figura femminile che domina ogni storia sembra essere la stessa donna affascinante, dotata di capacità speciali (nel fare l’amore, nel modo di superare difficoltà…) il cui nome è Maddalena (anche se nel secondo racconto è solo M.). Questo nome tanto evocativo viene accomunato nel titolo all’Apocalisse: vari sono i richiami al Nuovo Testamento usati in un mondo egoista, maligno ormai, quindi sine deo.

Nei racconti, però, non trova posto una speranza religiosa; solo l’uomo può cercare di salvare se stesso dalla distruzione di cui ormai è circondato e lo fa per mezzo di una donna.

Mary Zarbo

QUI potete leggere la biografia dell’autore.

Annunci

2 risposte a “Maddalena e le apocalissi, Luigi Bernardi

  1. Pingback: Nuove recensioni a “Maddalena e le apocalissi” di Luigi Bernardi | Senzapatria

  2. Pingback: Addio, Luigi Bernardi | Literaid

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...