Archivi categoria: curiosità

Avventure post-mortem

Viaggi postumi. Avventure post-mortem dei personaggi illustri.

Omar Lòpez Mato

2012, Odoya ed.

€ 20,00

“La chiusura di una tomba non sempre sancisce la fine di una vicenda umana. Molte volte l’ultima dimora si trasforma nel luogo da cui iniziano avventure e peripezie che riflettono gli aspetti tragicomici e imprevedibili della vita. Spesso queste avventure post-mortem sono la prosecuzione di strategie di potere, amori, odi, invidie e intrighi condotti in vita, che trovano nella dimensione della morte un nuovo impulso e una imprevedibile evoluzione. Viaggi postumi racconta le più straordinarie di queste vicende. Dalla vendita illegale delle mummie egizie come panacea per tutti i mali all’uso dei cuori dei principi per creare pigmenti, dall’esposizione delle spoglie di personaggi famosi nei musei ai tentativi di rubare cadaveri illustri per rivenderli a studiosi e collezionisti. Il potere, la guerra, le rivoluzioni, la storia umana nei suoi più profondi significati, ma anche la magia, il carisma di santi e beati e l’influenza della religione; le vicende di queste salme sono il riflesso di secoli e secoli di storia. Attraversano le pagine i nomi di Voltaire, Keats, Colombo, Giulio Cesare, Marx, Lenin, Carlo Magno, Alessandro Magno, Mussolini, Hitler, Einstein e tanti altri. Scrittori, politici, artisti, principi… ma anche persone comuni, ognuno con una storia da far conoscere. Un viaggio negli aspetti più contorti e straordinari dell’animo umano, nelle sue ossessioni e paure più profonde: quelle legate all’ignoto e all’inevitabile incontro con la morte.”

L’autore

Di professione Omar López Mato è medico oculista, direttore dell’Instituto de la Visión di Buenos Aires. Ma questo argentino, classe 1956, ha anche un’altra profonda passione, quella per la ricerca storica e in particolare per temi abbastanza curiosi e comunque d’impatto sull’opinione pubblica. E’ un autore emergente, popolarissimo in Argentina, dove ha pubblicato una decina di libri. Collabora anche con riviste argentine come Todo es HistoriaPerfilPara Tí e Médico Oftalmólogo. Tiene una rubrica sul quotidiano La Prensa, ha condotto il programma radiofonico Hablemos de Historia dal 2006 al 2009 e attualmente è la voce di Tenemos Historia a radio FM La Isla.

NeXT

NeXT è il bollettino del Connettivismo.

Ho avuto modo recentemente di sfogliare questa interessante rivista, per la precisione il numero 16.

In questo blog abbiamo recensito dei testi della Kipple e la loro lettura ha suscitato in me curiosità per il Connettivismo.

La rivista, vincitrice del Premio Italia 2011, ospita al suo interno racconti, versi, riflessioni, articoli molto interessanti e comprensibili anche da chi di fantascienza e Connettivismo ne mastica poco.

Fra tutti, ho apprezzato molto i contributi di Lukha Kremo Baroncinij (Psicoacustica),

di Xabaras e Max Chiriatti (La prossima rivoluzione passerà per la diminuizione dela realtà)e di Zoon (Umano, postumano, inumano).

Per quanto riguarda le poesie, molto particolari ed evocative, ne riporto due di Zoon:

Così bello, da morire

Quando senti sfuggire il mood
quando lo senti affondare dietro una
cruna di puro software inumano,
per te cinico,
allora rimani in adorazione di una voce
che
si alza potente e ti urla il delirio acido e
raschiante,
di un senso che oblia la tua natura
responsabile.

La via dei ‘60

Scendendo nei meandri isterici di un
continuum
trovo il viale lastricato da immagini
perse
dai viandanti psichici
ognuno di loro ha fatto una donazione

Noi siamo quelli che camminano da soli per strada, quelli sospesi tra l’illusione del mondo virtuale e l’inganno del mondo reale. Scorriamo i sentieri eterei della rete, navighiamo nell’oceano dell’informazione, siamo impulsi di adrenalina nei cavi che cablano la realtà. Siamo lupi siderali alla deriva sulle correnti ioniche del vento solare, ombre che cantano alla notte per ascoltare l’eco delle voci risuonare in lontananza. (Stralcio del Manifesto che si può leggere QUI).

Contatti: cybergoth@domist.net.

Costo NeXT Iterazione 16: 6 euro più 2 di spese di spedizione.

Prezzi abbonamenti:

  • 4 numeri: 25 euro (spese di spedizione incluse);
  • 6 numeri: 35 euro (spese di spedizione incluse);
  • 8 numeri: 45 euro (spese di spedizione incluse);

Prezzi arretrati:

* per ogni numero arretrato viene aggiunto al prezzo di copertina o di abbonamento 1 euro.

(Gli arretrati in formato pdf, al prezzo di 1 Euro a copia, sono disponibili nel sito Kipple.it ).

Mary Zarbo

Meno due…

Che ci crediate o meno

Meno tre…

Che ci crediate o meno

Meno quattro…

Che ci crediate o meno

Un desiderio realizzato

Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere vorresti che l’autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira.

J. D. Salinger

Fin da piccola ogni volta che finivo un libro avrei voluto scrivere all’autore il mio apprezzamento oppure il mio disappunto.

Da grande, avendo accesso a giornali e tv, non mancavo di ritagliare articoli e di registrare tutto ciò riguardasse i miei beniamini letterari (e non solo).

Con l’avvento di internet ho potuto accedere a mille informazioni, curiosità, testi inediti, interviste e quant’altro potesse soddisfare il mio desiderio di sentire “più vicini” gli scrittori che apprezzavo.

Poi… con un po’ di sfrontatezza o ingenuità o inconsapevolezza, non so, sono entrata in contatto con alcuni di loro e qualcuno l’ho pure conosciuto di persona!

E non è finita qui: di alcuni di loro sono pure diventata amica. Sono delle persone in gamba, splendide e molto umili (ok, non tutti!).

Chi lo avrebbe detto che un giorno avrei potuto, citando Salinger, “chiamarli al telefono tutte le volte che mi gira”?

Mary Zarbo

Il vostro best seller!;)

Bliblioz vi offre l’opportunità di spulciare la lista dei libri più venduti nella settimana in cui siete nati (secondo il New York Times).

Inserite QUI la vostra data di nascita (o quella legata ad un evento per voi speciale) e, se volete, scrivete nei commenti il “vostro” libro.

Il “mio” è “Love story” di Erich Segal!

Enjoy

Mary