Archivi tag: L’ombra del vento

L’ombra del vento di Zafòn

Titolo: L’ ombra del vento
Autore: Ruiz Zafón Carlos
Traduttore: Sezzi L.
Editore: Mondadori
Data di Pubblicazione: 2004
Pagine: 438

Prezzo: Euro 13,00

Il romanzo di Zafòn l’ho letto perché consigliatomi da un’amica. Ne accenno QUI.

Le atmosfere ispaniche  e sudamericane mi affascinano. Anche se si tratta di stili ed epoche diverse, scrittori come Cortàzar, Marquez e altri sono accomunati da quel quid che avvolge il lettore come filo di baco o di ragno paziente e lo tiene a sè, fino alla fine della lettura. Direi anche oltre.

L’ombra del vento è un romanzo che oserei dire quasi perfetto. E’ confezionato benissimo, se lo vogliamo intendere come mero prodotto dell’industria editoriale., eppure non è solo questo.

Zafòn ha saputo utilizzare bene gli ingredienti, quali la narrazione di formazione, il fantasy, il thriller, la politica, la sociologia, la storia…

Uno dei personaggi più riusciti secondo me è Fermìn. L’estro, il passato avventuroso e un po’ oscuro, la simpatia, il suo fisico ce lo rendono subito simpatico.

La storia, però, scade verso la fine. I tanti elementi in comune del protagonista con la storia di Jùlian preparano il lettore a un’identificazione quasi soprannaturale, che viene disattesa.

E che dire della lunga lettera di Nuria? Questo personaggio, alla fine, si offre ai nostri occhi come una divinità greca alla fine di una tragedia  (mi riferisco  alla rivelazione delegata al deus ex machina).

Troppo lunga la lettera, troppo forzato il finale, anche se abbastanza positivo.

In complesso, il romanzo di Zafòn è piacevole, intrigante, scritto bene e tradotto superbamente.

Mary Zarbo

In viaggio con Zafòn

Titolo: L’ ombra del vento
Autore: Ruiz Zafón Carlos
Traduttore: Sezzi L.
Editore: Mondadori
Data di Pubblicazione: 2004
Pagine: 438

Prezzo: Euro 13,00

 

 

Ci sono libri che avrei voluto leggere in altre condizioni, in altri luoghi.

Seguendo il consiglio di un’amica ho iniziato L’ombra del vento di Carloz Ruiz Zafòn. Probabilmente, se lo avessi visto in libreria, non lo avrei preso, intimorita, forse, dal numero delle pagine o pensando ad un romanzo alla Via col vento.

Mi piace. Sono ad un terzo. La storia intriga, è ambientata a Barcellona, tra l’altro, città che vorrei visitare. La scrittura di Zafòn (nella traduzione di Lia Sezzi) è limpida e non banale.

Ecco, avrei voluto leggere L’ombra del vento durante un viaggio, in treno magari, e avrei voluto sollevare ogni tanto lo sguardo dalle pagine per guardare, con stupore infantile, le bellezze che ancora, eroicamente, esistono a questo mondo.

Mary Zarbo